I fermenti e i batteri probiotici: guida scientifica all’autoproduzione per la salute, l’igiene personale e la bellezza

Corso sui fermentati tailandesi  
FerVida modulo base – aperto a tutti gli interessati
Con la Dott.ssa Carmen Ruello
(Biologa molecolare)

  • Il mondo dei Microorganismi e il loro ruolo fondamentale per la salute e l’equilibrio dell’intero ecosistema
  • La fermentazione tailandese Nam Mak: aspetti teorici, medico-biologici, agroalimentari, farmaceutici ed ecologici
  • La fitocosmesi, i detergenti per la pulizia dei nostri ambienti e l’alimentazione probiotica

Sabato 18 agosto  e domenica 19 agosto 2018
a Villanova di Bagnacavallo (Ra)
N.B.: le due giornate di corso sono identiche, pertanto ci si prenoterà per l’una o per l’altra giornata – i corsi sono a numero chiuso

 
Ogni giornata sarà così strutturata:
09:00-13:00

  • Basi teoriche delle Fermentazioni spontanee
  • La fermentazione tailandese Nam Mak
  • L’importanza dei corretti rapporti ponderali
  • Ruolo biologico dei Microrganismi nell’Ecosistema
  • Ruolo biologico dei Microrganismi nel cosiddetto Ambiente Interno
     

Pausa pranzo – Le domande potranno essere effettuate alla ripresa dei lavori, ore 15:30, prima dell’avvio del laboratorio pratico.
15:30-18:00

  • Laboratorio pratico
  • Allestimento terreno coltura per FerVìda
  • Separazione delle tre fasi di un FerVìda maturo
  • Differenti utilizzi di ciascuna fase
  • Preparazione crema base


La dott.ssa Carmen Ruello è docente di Chimica Generale ed Inorganica, Chimica Organica e Biologica, Botanica presso la Scuola di Naturopatia del distaccamento messinese del Centro Studi Discipline Bionaturali. Altre info qui: https://ecovortex.oneminutesite.it/chi_siamo.html
Si prenota scrivendo alla mail: lucedisolara@gmail.com vi saranno fornite tutte le indicazioni logistiche ed amministrative del caso.
Dato il numero esiguo di posti disponibili non è considerata iscritta la persona che si prenota solo sull’evento Facebook.


Oggi la scienza ci dice che i batteri dell’intestino possono influenzare i nostri desideri di cibo e anche la nostra situazione emozionale. La buona notizia è che si può fare molto! Un’occasione per  apprendere da una persona titolata, competente ed esperta in materia  i concetti base della fermentazione e conoscere le incredibili proprietà benefiche dei fermenti e le salutari interazioni  con il nostro  microbioma intestinale


 
 N.B.: i posti sono limitati – affrettatevi!

L’aria dolce di Solara

Ricevo adesso da una amica che ha partecipato allo scorso laboratorio di fermentazione a Solara.

Mi scrive: “…è verissimo, Solara rimane nel cuore. E’ un posto meraviglioso, un piacere per gli occhi e anche per il naso!! L’aria è cosi profumata li da voi.”

Grazie Amica bella 

 (la foto è di S.P.)

Fermentare a Solara

Fermentare a Solara (al fresco in collina a Tredozio Fc)

Questa è una proposta per chi vuole passare una giornata in tranquillità, immersi nel verde e nel fresco delle colline, unendo la piacevolezza dell’ambiente fresco e pulito, all’apprendimento delle tecniche di fermentazione e alla condivisione.

Sabato 7 luglio: autoproduzione delle  verdure fermentate.  E’ un metodo facile, sicuro e veloce, basta seguire alcune regole fondamentali: otterremo un cibo gustosissimo e salutare  per dare un tocco speciale ai piatti estivi, quando non c’è proprio il desiderio di stare attorno ai fornelli.

Io potrei portare le verdure e il sale di Cervia , che acquisterò al km zero sabato mattina (insieme allo scontrino per una equa ripartizione);  in loco troverete gli aromi di Solara, per insaporire la giardiniera. Voi portate il vostro vaso di vetro da 1 litro, una terrina per mescolare le verdure, il vostro coltello e taglierina: iniziamo nel pomeriggio,  alle 16 e dopo la necessaria teoria, faremo insieme una bella guardiniera probiotica, all’ombra del pergolato.

Se rimane tempo, andremo a raccogliere l’equiseto: è una pianta con la segnatura di Saturno che si esprime al meglio se raccolta di sabato. E’ portentosa, specialmente per chi ha già compiuto 18 anni. Ne parleremo!

E da bere? Uno spumantino di kefir in seconda fermentazione, e/o una bevanda di kombucha: è conosciuta dai cinesi come “Elisir di salute immortale” e apporta enormi benefici per la salute, partendo dall’intestino e diffondendosi a tutto il corpo. Chi li prova non li lascia più.

Sono disponibili in dono gli starter per iniziare la produzione e, volendo, anche l’acqua Diamante  (portate tre  vasetti ).

 N.B.: per motivi organizzativi si richiede la prenotazione entro giovedì 5 luglio!

Domenica 8 luglio: workshop  di fermentazione tailandese

livello base  (Nam Mach e/o Fervida).

E’ un metodo completamente naturale, antico, semplice e sicuro: con costi bassissimi potrete iniziare la produzione di liquidi ricchi di preziosi probiotici che, a seconda del tempo di fermentazione, potranno essere usati per pulire la casa, per l’igiene personale e, a livello avanzato, diventare preziosi alleati della salute.

Al mattino (ore 9:30 circa) passeggiata nel bosco: raccoglieremo solo un paio di erbe sicure e benefiche, che andranno a costituire il nostro Fervida.  Potremmo anche fermentare la lavanda, se ce n’è ancora…

Al rientro potremo gustare un pranzo in condivisione (ognuno porta qualcosa)  e nel pomeriggio ci sarà il corso teorico-pratico. Se è rimasto qualche nobile scarto di verdure dal corso di fermentazione del sabato, potremo allestire il fermento per le pulizie di casa.  

Verranno date le istruzioni utili per dare a tutti la possibilità di iniziare l’autoproduzione e prendersi cura di sé: è un mondo meraviglioso che si apre a chi lo desidera e che può veramente cambiare la vita in meglio.

 N.B.: per motivi organizzativi si richiede la prenotazione entro giovedì 5 luglio!

il brodo di giuggiole

“Andare in brodo di giuggiole”: in una serata autunnale sorseggiare un bicchierino di questo elisir apprezzando il momento, aiuta a fare “mezzo litro di buon sangue” (parole della mia nonna).
la giuggiola, proprietà ed usi; laboratorio pratico. Questo ed altro stasera a Ravenna via Don Carlo sala 7 al Kireco, con Peter , Monica e gli ortisti di strada. costo € 5

I giorni dell’equinozio di autunno e la festa di San Michele

Chi ci frequenta sa quanto i cicli della natura siano da noi tenuti in grande considerazione e con quanta gioia partecipiamo ai cambiamenti della natura che hanno effetti profondi sulla condizione umana.  

In questo periodo così importante, vorremmo condividere i significati dell’equinozio di autunno e della festa dell’Arcangelo Michele, focalizzandoci non sull’aspetto religioso, ma sulle antiche tradizioni che collegano i popoli della Terra.

 

 

L’equilibrio della Luce e del Buio si rispecchia in un lavoro profondo che la stagione invita a compiere, coltivando il nostro giardino interiore sotto la guida dell’Arcangelo Michele, alla cui simbologia possiamo attingere per mettere in pratica l’eterna legge della Vita: la selezione di ciò che ci aiuta a crescere da ciò che invece ci trattiene.

Cosa ci può dare supporto? Le nostre risorse interiori a volte sono felici di ricevere un aiuto!

Ed eccoci al pro-memoria delle nostre proposte: 

  • venerdì 22 settembre e sabato 23: ascoltiamo il sussurro dell’Anima, sempre al Kireco, all’interno del festival delle sostenibilità creative, per colloqui, trattamento Reiki, divinazione celtica degli alberi e fiori australiani,  (http://www.lucedisolara.com/?p=1358)

 

  • e per finire in bellezza, vi aspettiamo domenica 24 settembre, a Villanova, per l’evento conclusivo “magia di un dolce settembre”, un nuovissimo e gioioso incontro esperienziale che abbraccia le energie di questo periodo: l’Equinozio e la festa dell’Arcangelo Michele.

Il tema è l’Equilibrio: nel volo le ali devono battere all’unisono, unendo l’impegno personale e l’armonia naturale che sta alla base della vita.
Anteprima e novità per l’autunno (con piccolo buffet in condivisione)
prenotazione e contributo ad offerta libera – info su facebook https://www.facebook.com/Lucedisolara/ o sul nostro sito http://www.lucedisolara.com/?event=magia-di-un-dolce-settembre

 

A presto, augurandovi un felice Equi-nozio – Equi-librio, ovunque voi siate!

 

Elisir Prugnolissimo

Ecco la ricetta di un liquore di bacche selvatiche, della nostra tradizione. I nostri antenati, principalmente le donne, conoscevano come utilizzare al meglio ciò che la natura offriva. A noi piace andare alla riscoperta delle antiche ricette, che rappresentano un patrimonio prezioso; le mettiamo in pratica e ve le proponiamo.  …e se volete approfondire il tema, sarà nostro piacere ospitarvi ad uno dei nostri laboratori di erboristeria famigliare. 

 

il tarassaco

il tarassaco: umile piantina che racchiude un tesoro per il nostro corpo che sta affrontando un cambiamento di stagione. Tutta la pianta è medicinale e le sue virtù sono note fin dall’antichità. Con la radice, tostata ed essiccata si ricava una bevanda salutare, chiamata caffè di tarassaco (vedi ricetta nella foto sotto). Una buona tazza di caffè di tarassaco è un buon modo per iniziare la giornata. Qui da noi il tegamino è sempre pronto e le tazze sono sul tavolo della cucina, pronte per accogliere chi ci viene a trovare.
Le giovani foglie verdi crude sono un’eccellente fonte di vitamina A e una buona fonte di vitamina C e di potassio; contengono ferro, calcio, riboflavina, tiamina, magnesio, vitamina B6, acido folico e rame. Sono perfette in insalata e per fare un pesto, oppure sbollentate e ripassate in padella con olio evo, aglio e peperoncino…volendo anche acciughe. In cucina lasciamoci guidare dalla fantasia, perché del tarassaco si usa veramente un po’ tutto ed è molto benefico!

Peter racconta che in Australia il caffè di tarassaco è una bevanda molto comune e lui ne ha fatto largo uso fino a quando, nel 2012, è venuto in Italia e ha cominciato ad autoprodurlo, perchè non si trova facilmente. Essendo chimico e studioso di rimedi erboristici, mettiamo volentieri a disposizione la sua ricetta, è un vero toccasana: